Articoli

Lenti a contatto Hellins

Le lenti a contatto Hellins, con acido ialuronico aggiunto all’estratto di semi di tamarindo, sono la soluzione giusta per il confort e il benessere dei tuoi occhi.

Perché? Semplice!

L’incorporazione del copolimero Fusion nella LAC e il suo graduale rilascio, migliora il confort fino a fine giornata. Inoltre la Fusion Technology, brevettata da Safilens, garantisce la massima lubrificazione, idratazione e protezione della superficie oculare dallo stress e dai raggi ultravioletti.

Disponibili nel duplice formato:

  • HELLINS 1 DAY BIO PLUS 30 PACK

Pratiche e confortevoli, le lenti a contatto giornaliere sono in hydrogel e a rilascio di sostituti di lacrime naturali.

Anche per astigmatici!

 

  • HELLINS FRP 3 PACK

Con una geometria avanzata, asferica, per un’eccellente performance visiva, le lenti a contatto Hellins mensili favoriscono il benessere prolungato dei tuoi occhi.

Disponibili anche in una gamma di parametri estesa (-16.00).

 

Nel nostro store, in via Archimede 81 a Ragusa, puoi trovare l’intero assortimento di prodotti Hellins: dalle lenti a contatto morbide alla soluzione unica per la conservazione e la disinfezione, alla nostra consulenza sempre a servizio della tua vista e del tuo benessere!

Lenti a contatto, come pulirle e conservarle correttamente.

Quasi 120 milioni di persone nel mondo utilizzano le lenti a contatto.
Una comodità oltre che un’ottima alternativa agli occhiali per la correzione dei difetti refrattivi più comuni.
In commercio esistono diverse tipologie di lenti a contatto:

  • morbide
  • semirigide;
  • notturne;
  • permanenti.

Tra quelle morbide, poi, si può scegliere la durata, che va da giornaliera a quindicinale, da mensile ad annuale.

  • giornaliera;
  • quindicinale;
  • mensile;
  • annuale.

Il tipo di lente a contatto più adatto viene suggerito dal contattologo (l’ottico specializzato nella correzione dei difetti di vista mediante l’uso di lenti a contatto), dopo l’approvazione dell’oculista.

La scelta della lente ottimale prende in considerazione vari fattori come: la conformazione dell’occhio, quante ore si indossano al giorno e l’attenzione che si intende dedicare alla manutenzione e alla pulizia.

Questo, infatti, è un aspetto fondamentale per evitare infezioni ed altre complicazioni pericolose per il benessere visivo.

Istruzioni per l’uso

Innanzitutto, prima di applicare o rimuovere le lenti a contatto, è importante assicurarsi di avere le mani sempre pulite: lavarle, quindi, con un sapone neutro. Una volta tolte, queste devono essere disinfettate correttamente con le soluzioni specifiche per lenti a contatto (acquistabili nei negozi di ottica).

La pulizia va effettuata non solo sulle lenti ma anche al contenitore in cui vengono conservate che dovrà essere pulito, allo stesso modo, con l’uso della stessa soluzione e successivamente asciugato perfettamente.

È importante conservare le lenti (destra e sinistra) nello scomparto dedicato – al fine di non confonderle e lasciate a detergersi per almeno 4 ore (meglio una notte intera) nella soluzione disinfettante. È sempre bene chiudere subito il flacone della soluzione dopo l’utilizzo onde evitare contaminazioni con l’ambiente esterno.

Il liquido utilizzato per disinfettare le lenti, solitamente, non dovrebbe essere utilizzato oltre la data di scadenza indicata, al fine di evitare alterazioni della soluzione stessa, che possono compromettere il reale potere disinfettante.

Piccoli gesti e piccole attenzioni quotidiane come queste sono indispensabili per proteggere la salute dei nostri occhi!

Per concludere

Usare le lenti a contatto è il modo più veloce per evitare di indossare gli occhiali.

Però è fondamentale prendersi cura delle lenti a contatto in modo corretto poiché questo aiuta a preservare la salute dei tuoi occhi nel tempo.

Le lenti a contatto sono soggette alla formazione di microorganismi e depositi che, se non rimossi, possono accumularsi sulla superficie della lente determinando, nel tempo, una riduzione del comfort e della visione oltre ad un aumento del rischio di contaminazione.

Appena noti che la tua vista comincia a “perdere colpi” provvedi nel più breve tempo possibile ad effettuare un controllo dall’oculista per evitare l’insorgere di problemi gravi.